martedì 1 marzo 2011

Biscottini alle Mandorle

biscotti mandorla

Ma che carini questi biscottini! Sembrano appena usciti da una pasticceria invece, ovviamente, sono fatti in casa.
Vi consiglio caldamente di provare questa ricetta, è davvero veloce (ve lo sta dicendo la regina delle lumache) e ci si sente dei mastri pasticceri. O almeno… io mi sono sentita un mastro pasticcere… perchè ho usato per la prima volta la sac a poche…
E la cosa più importante tra tutte è che sono senza zucchero!

Ingredienti (x 25 biscottini):
140g mandorle sgusciate;
150g sciroppo di grano o di riso;
buccia grattata di un limone;
50g succo di mela;
50g olio di girasole;
130g farina di tipo 1

Procedimento:
Spellare le mandorle gettandole qualche minuto nell'acqua bollente, tritatele finemente nel mixer (tenedone una manciata da parte per decorare) e tostarle in una padella girando frequentemente con una paletta di legno e controllando che non brucino. Se potete evitate di acquistare mandorle già prive di pellicina, perchè nelle catene industriali (anche biologiche) quest'operazione viene eseguita con trattamenti chimici o comunque poco salutari -pulendole voi stessi capirete perchè non è possibile usare un metodo naturale a livello industriale-.
In una ciotola radunare 100g di trito di mandorle tostato, lo sciroppo di grano, la buccia grattata del limone, il succo di mela e l'olio di girasole. Non conviene sostituirlo con l'olio d'oliva, perchè il sapore di quest'ultimo risulterebbe troppo forte; procuratevi una bottiglia d'olio di girasole biologico: è l'ingrediente perfetto per dolci privi di grassi saturi.
Mescolare bene il composto con un cucchiaio o con il leccapentola, unire la farina e mescolare ancora per incorporarla bene. La consistenza finale sarà molto morbida ma abbastanza densa da mantenere la forma che le darete sulla teglia.
Infilate il composto nella sac a poche e formate i biscottini distribuendo piccole porzioni d'impasto su una teglia. Cuocere in forno preriscaldato a 170° per 10'-15'. Appena sfornati i biscottini sembreranno troppo molli, non fatevi ingannare: raffreddando diventano subito croccanti!

Questa ricetta è leggermente corretta rispetto all'originale presentata in una lezione di Un Punto Macrobiotico di Chieri.

6 commenti:

Letiziando ha detto...

Stupendi senza uova, burro e zucchero sono formidabili... credo solo di avere qualche difficoltà a reperire lo sciroppo di grano o di riso.
Qualche suggerimento per un eventuale sostituzione?

Bacio e buona cena :)
diariodicucina.blogspot.com

LentiJini ha detto...

Ho scritto 'sciroppo' solo per correttezza, generalmente lo si chiama 'malto' e si trova in tutti i negozi di alimentari naturali o biologici, come la BioBottega o il NaturaSì (http://www.naturasi.eu/nqcontent.cfm?a_id=977&codprovincia=Firenze).
Ti direi di usare del miele d'acacia, ma... un po' meno della dose indicata per il malto perchè temo che diventerebbe troppo dolce.

Comunque se hai occasione fai un salto in uno di questi negozi, ci sono tante cose buone che non si trovano da altre parti come spezie, certi tipi di cereali, farine e oli che spesso capita di trovare tra gli ingredienti di una ricetta senza sapere dove poterseli procurare!

Fammi sapere come sono venuti i biscotti!

Cinzia ha detto...

ciao! Siccome il tuo blog mi piace tanto, e trovo le tue ricette originali, ti hosegnalato per il Liebsterblog! Se passi da me vedi;)
un abbraccio!

Fico e Uva ha detto...

Che bello il tuo blog, per non perderti mi segno subito fra i tuoi follower! ciao ficoeuva

.B. ha detto...

hanno un ottimo aspetto :)
ho scoperto il tuo blog grazie al Vegancamp, quindi spero poi di conoscerti alla manifestazione :)
Barbara

Lucia ha detto...

Li proverò! Sono proprio belli :-)