sabato 16 luglio 2011

Lasagne alla Genovese

Sto leggendo Mansfield Park. Perchè la cosa dovrebbe interessarvi? Continuate a leggere.

Miss Lentijini non aveva alcunchè da scusarsi per la sua lunga assenza, nè mai qualcuno avrebbe potuto tacciarla di pigrizia per non aver più postato sul suo blog dato che risultava quanto mai evidente che le era assolutamente impossibile postare la ricetta poichè necessitava del basilico per preparare il pesto e le piante del suo giardino -mai avrebbe potuto fare ai propri lettori il torto di usare del pesto acquistato- non erano sufficienti per prepararlo. Tuttavia il suo temperamento l'avrebbe certamente indotta a sciogliersi in mille scuse, senza eliminare l'ansia di non esser riuscita a rendere appieno la sua contrizione.

TRE volumi di giri di parole che i personaggi usano per autoconvincersi di non essere esattamente quel che hanno coscienza d'essere: esseri umani inutili di cui il mondo avrebbe fatto volentieri a meno.

lasagna

E se dopo questo aspro commento non vorrete leggere Mansfield Park, preparate almeno queste deliziose lasagne, ispirate alla tradizionale pasta al pesto genovese.

Ingredienti:
180g pesto;
fogli di pasta per lasagna (x 5 strati);
300g fagiolini;
1 piccola patata;
olio evo e sale q.b

Procedimento:
Lessare i fagiolini e la patata lasciandoli al dente. Tagliarli a pezzettini piccoli e tenere da parte.
Allungare con un po' d'acqua il pesto e con un cucchiaino inumidire il fondo della teglia. Lessare la pasta per 5' e disporre un primo strato di fogli. Coprire con il pesto e spargervi sopra le verdure. Coprire con un secondo strato di pasta e continuare così fino all'ultimo strato che dovrà essere coperto solo con il pesto.
Versare qualche cucchiaio d'acqua di cottura della pasta ai bordi della teglia per evitare che asciughi troppo in cottura.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25' circa.

P.S: Mi dispiace davvero di essere sparita. Spero che questa ricetta mi faccia guadagnare parte della vostra indulgenza.
P.P.S: Mi dispiace anche per il fatto di non riuscire a scrivere una frase degna di questo secolo, ho passato due giorni a leggere 'sto libro e ora mi riesce difficile elaborare frasi… normali.

7 commenti:

Cinzia ha detto...

..ben tornata! Mansfiel Park e i suoi giri di parole sono la lettura ideale sotto il caldo sole di questa estate, ma le lasagnette al pesto le preferisco di gran lunga!

Azabel ha detto...

Bentornata! :D

Bibi ha detto...

umm...io non credo che la specie cui appartengo si possa definire composta di "esseri umani inutili di cui il mondo avrebbe fatto volentieri a meno"...ma c'è da pensarci seriamente per come ci stiamo comportando in effetti.....pare che la Austen vada per la maggiore ultimamente sei la terza blogger che leggo a citare questa sua opera.

le faccio anch'io così le lasagne al pesto, non sapevo fossero "genovesi" anche se avrei potuto immaginarlo.
bentornata :)
Bibi

LentiJini ha detto...

@Bibi: Probabilmente sei 'inciampata' su tre blogger che fanno parte del gruppo di lettura Bryce's House che sta appunto leggendo Mansfield Park -e di cui anche io faccio parte-.
Spero tu non abbia preso male il commento, la stessa autrice ha voluto rendere sgradevoli questi personaggi usando stereotipi che proprio non incarnano le migliori qualità del genere umano. Ognuno ha il suo valore, ma quando proprio ci si ostina a perdere ore per decidere se sia più opportuno andare in una carrozza piuttosto che in un'altra, vuol proprio dire che non ci si vuole rendere utili al bene comune. Cioè, mrs Norris ci ha messo due pagine prima di decidere. Due pagine scritte piccole oltretutto. E come puoi ben vedere la cosa mi ha molto turbato.

Grazie a tutte dell'accoglienza, cercherò di essere più costante!
Un abbraccio :)

Lucia ha detto...

Immagino il profumo di queste lasagne... Sarà da svenimento! Brava, hai realizzato un piatto davvero invitante :-)

Mimì ha detto...

Bentornata con una meraviglia, non servono giri di parole basta questo piatto a farci tacere!

ElenaSole ha detto...

anche io: leggo molto, posto poco, e quello che voglio. A casa cucino, ma come ogni estate, mi faccio catturare dai sapori basici della natura, molto crudo e privo di condimenti...
e buone queste lasagne, pure io le faccio, buonissime...e il pesto lo fa mio marito con il basilico dell'orto, che dire, meglio di così!?!!!