domenica 1 maggio 2011

Mini Macro(biotic) Sushi!

Cookin' Class sul cibo da asporto, ovvero cosa portare in ufficio per non morire di fame di fronte ad un'insalata lascia e scondita.
Tra cecine, polpettine di riso con verdure e onigiri con le umeboshi, abbiamo passato una magnifica serata all'insegna della creatività!
Ma come resistere al richiamo del cibo da viaggio per eccellenza: sua rotondità il sushi!
Deliziosi maki di riso integrale che raccolgono tutto ciò che più possa ispirare o che semplicemente è rimasto in frigo!

Ingredienti:
fogli di alga nori;
70g riso integrale x ogni foglio usato;
pasta wasabi;
salsa di soia shoyu;
verdure (carote, asparagi, zucchine, carciofini...).

x l'acidulato:
crauti pronti;
aceto di mele o di riso;
salsa di soia shoyu.

Procedimento:

Lavare e cuocere il riso per soffocamento con tre parti scarse d'acqua. Nel bicchiere del minipimer mettere un cucchiaio di crauti non scolati del loro liquido di conservazione, un goccino-ino di shoyu e un cucchiaino d'aceto di mela. Minipimerizzare il tutto fino ad ottenere un composto molto liquido. Aggiungere acqua se necessario.
Quando il riso avrà assorbito tutta l'acqua, irrorare con l'acidulato e mescolare bene. Coprire con un canovaccio umido e lasciarlo raffreddare.
Se le alghe nori non sono già tostate (in questo caso il loro colore sarà rosso scuro), tostarle sulla fiamma del gas. È un'operazione facile ma che richiede attenzione: le alghe tendono a prendere fuoco facilmente, perciò occorre trovare la giusta distanza di sicurezza dalla fiamma. Una volta tostati i fogli di nori avranno preso un bel colore verde brillante. Se non vi va di avventurarvi nella tostatura di fogli di nori, esistono confezioni di nori già tostate come quelle distribuite da Arche.
Preparare gli ingredienti per farcire. Si può usare verdura cruda tagliata a livelli o cotta, o ancora qualche verdurina sott'olio. Io adoro mettere sempre un po' di crauti ben strizza, soprattutto quando non ho tempo di preparare l'acidulato.
Posizionare il foglio di nori sullo stuoino per sushi con la parte ruvida rivolta verso l'alto e le venture dell'alga parallele alle bacchette dello stuoino. Prendere una manciata abbondante di riso e stenderlo sull'alga lasciando circa un cm dal basso e dai lati e due dita dall'alto. Disporre una fila di ingredienti un po' sotto la metà del rettangolo di riso. Arrotolare l'involtino comprendono bene. Inumidire il lembo libero del foglio di nori per sigillare l'involtino. Con un coltello bagnato tagliare i maki.
Servire con un po' di pasta wasabi e una ciotolina di shoyu.

9 commenti:

ElenaSole ha detto...

Bravissima! dev'essere buonissimo...

LentiJini ha detto...

WOW che velocità! Neanche il tempo di postare!!!
cmq sono buoni, sì sì... me li sono scofanati tutti io questa sera... Pollo non c'è e io dovevo finire del riso... Ormai sto diventando bravina ad arrotolarli! ...aspetta che cerco dove ho messo la modestia, perchè qui mi sto dando un po' troppe arie ;)

Cinzia ha detto...

giusto ho dei fogli di alga Nori da impiegare, presi per altro ma decisamente troppi. Ottimo suggerimento, i maki nn li ho mai fatti!

Tabita ha detto...

FANTASTICI! Io sono sempre alla ricerca di "cibo portatile" e se mangiabile con le mani ancora meglio, essendo un'universitaria costretta a pranzare accampata in aula e non sempre con un tavolo (banco?) a disposizione! Questi me li faccio così ho una schiscetta sana e più divertente della solita insalata!
Ciao!

Kiara ha detto...

Ma come hai fatto?!?!!? Sei bravissimaaaaaa!!!!!!!!!! Ti adoro!!!! Brava e complimenti anche per il tuo splendido blog!!!!!

LentiJini ha detto...

Sapevo che i maki avrebbero riscosso un certo successo... Comunque siete davvero tutte troppo carine!!!!
Confesso che per arrivare a fare i rotolini così bene ho guardato i sushi maker all'opera nei ristoranti ogni volta che ho potuto e comunque ho collezionato una serie di disastri irraccontabili... In compenso non ho mai dato fuoco alle alghe! E anche se potrei comprarle già tostate non lo faccio perchè mi piace l'odore che fanno mentre abbrustoliscono.
Un abbraccio a tutte!

.B. ha detto...

mi scuso per la mia ignoranza,ma com'è il procedimento per il riso soffocato?
i maki li ho fatti una volta sola e mi sono venuti bene, a parte il riso che purtroppo era un tantino appiccicoso, troppo, anche se buono.
bravissima!
:)
Bibi

LentiJini ha detto...

@.B.: La cottura per soffocamento consiste nel mettere nella pentola, a freddo, 1 parte di cereale (es una tazza) più altre parti -in questo caso tazze- di acqua in base alla necessità di cottura. Per il riso integrale il rapporto è 1:3. nella pentola metti un pochino di sale e poi metti sul fuoco, senza coperchio fino a aquando prende il bollore, allora abbassi il fuoco al minimo -deve sobbollire lentamente- e copri con il coperchio. Lasci cuocere così fino a quando il cereale non ha assorbito tutta l'acqua.
Probabilmente conoscevi già questo metodo, magari chiamandolo in un altro modo.... a volte capita! :)
Cmq se il riso viene troppo appiccicoso i motivi potrebbero essere due: potrebbe esserci troppa acqua -tra quella di cottura e il liquido agginto con l'acidulato-, in questo caso basta ridurre l'acqua di cottura considerando quanto acidulato verrà aggiunto; oppure potrebbe semplicemente un problema di riposo, lasciando raffreddare lentamente il riso, i chicchi riassorbono l'amido, in questo modo sparisce l'effetto 'colla'.
Spero di esserti stata utile,
un abbraccio!

.B. ha detto...

sei stata utilissima e ti ringrazio tanto :))
e sì hai ragione, lacottura per soffocamento l'ho sempre usata ma non sapevo che si chiamasse così :))
Bibi